arhiva godina 2008. godina 2009. godina 2010. godina 2011. godina 2012. godina 2013. godina 2014. godina 2015. godina 2016. spacer prethodna slijedeća home
Galerija Rigo
spacer
2010. spacer Alen Božac, Leonid Zuban
Josip Zanki
Aleksandar Srnec
Damir Fabijanić


spacer
1 2 3 4 5 6 7 8 9 
spacer
Alen Božac, Leonid Zuban
Is exodus at home?
Alen Božac, Leonid Zuban, Is exodus at home?
23. IV. - 30. V. 2010.
Galerija Rigo
spacer
spacer
Robert Pauletta

... era un sogno di case
un'allucinazione rapida simulata
rappresentata da qualche parte
proprio a metà strada
tra Atlantide e Utopia
…la casa di mia Madre
lungo una strada serpeggiante
giù verso il fiume
il fiume accarezza di fango le sue sponde
e le rende fertili
ma l'ultimo giorno il Giorno del Giudizio
ormai è trascorso
questo ora non lo ricorda più nessuno
dentro l'oblio abbiamo mescolato
Verità e Menzogne
... la casa di mio Padre
Mmm
penso che questa casa porti il Nome
Tecnologia e Istruzione
lì tutto è così formale   
sociale
tecnico
ma se gratti un po'
sotto ciascuna di quelle superfici
simili a un bunker di cemento armato
di fredda logica
ti aspetta l'Inferno
o qualcosa di molto peggio
quante volte ho desiderato
il mio libero corpo nudo
contrapporre alla Storia
ma tutti noi sappiamo bene
che i venti hanno un potere mistico sulla gente
come in un teatro spaziale
di nuovi barocchi
is exodus at home ??
is exodus at home ???
... il mio amico è poeta
è dall'infanzia che egli disegnava fantasmi
un po' di Chimica un po' di Ottica
ma molto plastici molto mobili
e se non sbaglio
già da molto tempo egli è imprigionato in questa casa
senza porte né finestre
e io penso fra me e me
che masochismo opportuno
oggi comunque tutti noi possediamo
ciò che non possediamo
e non possediamo ciò che possediamo
... ma io
io per quanto riguarda le mie case
ho cercato da sempre
di evitare le identità scontate
quelle sociali quelle personali
e ho sparso le mie membra ai quattro venti
della parte di Adamo
e ho disegnato me stesso tutto coperto di ferite
di rose spettacolari
come saggezza o come follia
io non ho avuto bisogno di muri
ne dell'abito buono
ma ora ne ho abbastanza di tutto
e voglio ritornare
nella mia casa nel mio corpo
far rivivere l'Universo
che danza
tutto Sangue e tutto Carne
ma le parole sono vuote
oggi le case crescono
in Città e in Periferia
così perfette e belle
che quando finisci di costruirle
sali sul tetto ed innalzi
la propria Bandiera e la propria Antenna.
 
spacer
spacer
Copyright © Galerija Rigo, 2007-2017. | design by Studio Cuculić | developed by STO2